1000 Km di Monza 2014

Fino al 1975 stavolta!

1000km1971

Dopo l’esperienza dello scorso anno con le sopraelevate segmentate, abbiamo deciso di fare un passo oltre: quest’anno il layout del circuito sarà quello dei primi anni ’70.
Quindi senza le sopraelevate e con le varianti: una nel rettilineo principale, proprio dove si divide fra l’anello ad alta velocità e la parte stradale, l’altra al posto della curva Ascari, che dopo il 1971 era stata giudicata troppo veloce per i bolidi da 5000 cc, le mitiche Ferrari 512 e Porsche 917.
Quindi iscriveremo tutte le auto che hanno gareggiato fino al 1975, in quanto dal 1976 in poi la variante nel rettilineo è stata sostituita con una variante tripla prima della Grande Curva e la Curva della Roggia è stata anch’essa sostituita con una variante.
Ecco il layout degli anni 1974-1975 (che è di poco modificato nella variante Ascari rispetto alla versione 1972-1973, come è schematizzato nel sito:  http://theracingline.net/racingcircuits/Italy/index.html

Monza 1974 GP

Il layout che abbiamo progettato è il seguente (a 4 corsie):

Il nostro intento è quello di affiancarlo con un altro circuito più piccolo, con le sopraelevate (questa volta non segmentate) per la rievocazione.
Questo è il lay-out:

monza 2c 2014 v2

Vedremo….

Ecco le foto della location:

Google_map_dalla_rotonda_alla_chiesa
La mappa di avvicinamento dalla Statale 38 in direzione Sondrio, dalla rotonda fra il capannone Iveco e il Centro commerciale.

Google_map_parcheggio
Il parcheggio sulla destra di fronte alla sala comunale nuova e Consultorio

Google_map_chiesetta
La chiesa di San Rocco dove saremo, poco più avanti sulla sinistra e sul tornante.

Regolamento tecnico – Gara di velocità Endurance a squadre
Regolamento Particolare di Gara

Auto ammesse

Tutti i modelli di auto che siano state iscritte e che abbiano gareggiato (presenti alla griglia di partenza) nel circuito di Monza fino al 1975.
Questo regolamento tende ad uniformare le prestazioni fra modelli con carrozzeria in plastica e in resina; allo scopo di incoraggiare l’uso di modelli e livree di tutte le tipologie, per avere la maggiore varietà di auto storiche in pista.

Caratteristiche modelli
Solo carrozzerie, telai e componenti meccanici normalmente in commercio.
E’ ammesso sostituire componenti della meccanica, conformi al presente regolamento.

Carrozzeria
In plastica o resina normalmente in commercio (escluso lexan).
Eventuali modifiche necessarie per adattare una meccanica diversa, che modifichino la livrea, non sono accettate.
Peso minimo: 22 g
Dove necessario, il peso aggiuntivo applicato deve consistere in un unico pezzo; può essere fissato in qualsiasi posizione all’interno della carrozzeria. Non deve essere di materiale magnetico.

Telaio
In plastica di scatola (escluso metallo), non modificato in alcun componente e nella forma; ammessi telai universali (tipo ad es: HRS e MSC).
Per [NSR è ammesso il solo telaio nero di scatola.

Banchino motore
Ammessi: di scatola, 0.0 e offset 0.5.
In particolare:
(a) Fly: banchino originale
(b) NSR: giallo SW1245, blu SW1246, bianco SW1248, rosso SW1249
(c) Racer e Slot.it Classic o HRS: reverse offset 0.5 CH44b (old), CH62 o CH67 (EVO6)

Viti
Di banchino e carrozzeria: libere.

Basculaggio
Ammesso della carrozzeria e del banchino.

Interni
Di serie in plastica per modelli con carrozzeria in plastica. Ammesso lexan per modelli con carrozzeria in resina.
Vetri trasparenti.

Pick-up e cavi
Liberi (adattati a SCX),

Motore
(a) per tutti i modelli che ammettono il montaggio cassa corta sidewinder: SCALEAUTO mod. SC 08b S-CAN (20.000 rpm, magnetismo 4,5 gr.)
(b) per Fly: motore di serie
(c) per le sole auto che non possono montare un banchino per motore cassa corta: SCALEAUTO mod. SC 26 (cassa lunga, 22.000 rpm, magnetismo 4 gr.), oppure NSR Spain
Il motore può essere fissato al banchino con nastro o viti.
Può essere fissato ad un banchino cassa lunga utilizzando l’adattatore MB Slot A0730 o similari.

Trasmissione
Libera nei componenti e nei rapporti. Cuscinetti a sfera non ammessi.

Cerchi e pneumatici, carreggiata
(a) Cerchi e pneumatici anteriori: liberi ma con misura analoga a quella di scatola
(b) Cerchi posteriori: di scatola; in caso di sostituzione con altri cerchi: diametro minimo 15,8 mm
(c) Pneumatici posteriori: BRM 20x10mm S-102 (fornite a cura dell’organizzazione).
Deroga per Fly o altri modelli che non possano montare le gomme fornite. In caso contattateci prima della gara.
(d) Pneumatici non trattati con liquidi o altro che alterino la presa sulla pista, ammessa la pulizia con benzina avio o Zippo; non incollati
(e) Copri-cerchi: obbligatori riproducenti i modelli dell’epoca
(f) Pneumatici e cerchi non possono sporgere oltre la larghezza della carrozzeria (inclusi passaruota)

Assetto
Magnete: non ammesso.
Zavorra telaio: ammessa

Sospensioni
Non ammesse

Tensione e pulsanti
Pulsante
Libero
, non ammessi modelli con accumulo di corrente e rilascio in modo da sovralimentare il modello (pena squalifica).
Tensione in pista: 12V

 

Regolamento sportivo – Gara di velocità Endurance a squadre
Regolamento Particolare di Gara

Durata: 4 manche da 45 minuti (una per corsia).
Rotazione scalando dall’esterna verso l’interna progressivamente.
In caso di più di 4 squadre, la squadra che esce dalla corsia interna entra in pausa.
Vince la squadra che compie il maggior numero di giri.
Prove libere con rotazione dei piloti a 3 min per corsia.

Svolgimento della gara

  1. Parco chiuso
    prima della gara le auto entrano in parco chiuso per le verifiche.
  2. Giro di qualifica, scelta della corsia
    Un pilota designato da ogni squadra, 3 giri di qualifica, viene considerato il giro migliore.
    Le squadre scelgono le corsie, partendo da quella arrivata prima.
  3. Composizione delle squadre
    Minimo 2 piloti, massimo 4.
    Dovendo fornire anche almeno un commissario è auspicabile un numero minimo di tre componenti la squadra, in modo da alternarsi nei ruoli di Pilota, Meccanico, Commissario (vedi punto 10).
  4. Turni di guida
    I piloti dovranno alternarsi alla guida con turni liberi nell’arco della gara.
    Ogni pilota potrà guidare ad ogni turno uno o più modelli diversi, personali o della sua squadra. Lo stesso modello o livrea può essere usato da un altro pilota della squadra.
  5. Cambio pilota
    In gara con corrente in pista (obbligo distacco e inserimento del pulsante)
  6. Auto iscritte da ogni squadra
    In numero massimo pari al numero dei piloti.
  7. Livree
    Non è ammesso iscrivere auto (telai) senza livrea o con livrea identica, si possono iscrivere più auto dello stesso modello con livree diverse.
  8. Presenza in gara
    Ogni auto deve gareggiare per almeno il 10% dei giri effettuati (a meno di guasto), non sono ammesse auto iscritte “di riserva”.
  9. Cambio auto
    Il cambio auto dovrà avvenire sempre davanti ai box.
    Se una squadra chiama un cambio auto con l’auto non al box (ad es. in caso di guasto o incidente grave) il pilota o il copilota deve andare a prenderla dal commissario addetto al punto della pista dove si è fermata, portarla al box e eseguire il cambio auto. Riceve una penalità di 10 giri.
  10. Assistenza meccanica
    Solo con corrente in pista. E’ ammessa l’esecuzione di assistenza meccanica ad un’auto della squadra che non è impegnata in gara mentre il pilota guida un altro modello. In ogni caso l’assistenza è permessa solamente in una postazione vicina al Parco Chiuso (verificabile dalla Direzione di Gara).
  11. Commissari di percorso
    Ogni squadra dovrà garantire durante tutto lo svolgimento della gara uno o più commissari di percorso, a discrezione della Direzione Gara, per coprire tutti i punti necessari per tutta la durata della manche. E’ ammesso il cambio del commissario anche durante la manche. Se un commissario è anche designato da una squadra come “meccanico”, per eseguire un intervento deve trovare un sostituto (anche il pilota stesso) per non lasciare la postazione sguarnita.
  12. Uscite di pista
    Il commissario rimette in pista l’auto nel minor tempo possibile, in ogni caso il giro rimane valido e fa media.
  13. Modalità cambio pilota e/o auto
    a. il pilota che subentra o un compagno di squadra consegna l’auto da usare al commissario della zona box
    b. il pilota in gara ferma l’auto in zona box e disinserisce il pulsante
    c. il commissario della zona box toglie l’auto in arrivo e pone l’auto in partenza nella zona della corsia corrispondente
    d. il pilota che subentra inserisce il pulsante e parte

Esempio:
caso 1 – viene sostituita l’auto, il pilota in gara non viene sostituito: deve in ogni caso scollegare il pulsante e ricollegarlo quando l’auto è stata posizionata sulla zona box
caso 2 – viene sostituito il pilota, l’auto in gara non viene sostituita: l’auto deve essere fermata nella zona box

Nota Bene:
Queste regole sono finalizzate ad avere in pista modelli e livree diverse, evitando che per un guasto tecnico una corsia rimanga vuota a lungo, perdendo di spettacolarità la rievocazione.
Quindi è ammesso di fatto che una squadra sostituisca il pilota o l’auto a piacere, anche per togliere un’auto malfunzionante dalla pista sostituendola con una a posto. In ogni caso la squadra subisce un rallentamento dato dalla sostituzione dell’auto ai box (che simula una riparazione breve), mentre se l’auto non raggiunge i box la squadra subisce una penalità maggiore, simulando un guasto grave.
In questo modo si evitano “abbandoni” per guasti meccanici o lunghe assenza alla postazione di guida, garantendo la maggiore possibilità di guida e divertimento a tutti.
Anche una squadra di 2 piloti è quindi incentivata a partecipare con 2 auto, in modo da non essere penalizzata troppo in caso di guasto tecnico, o al limite costretta al ritiro.
Il numero minimo ideale è tre persone per squadra (meglio quattro), che si alternano come: pilota, meccanico, commissario. In questo modo se un’auto ha bisogno di manutenzione, la squadra può continuare a correre sostituendo l’auto (ed eventualmente il pilota), permettendo al meccanico di eseguire la manutenzione mentre il pilota continua la gara e il commissario non abbandona la posizione.
Infatti, qualora un’auto avesse bisogno di assistenza, una squadra di due persone o trova un sostituto per il commissario (o un meccanico aggiunto al momento), oppure non può continuare a correre e fare assistenza contemporaneamente, in quanto non può lasciare sguarnita la posizione del commissario.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...