Tracciato e programma 2013

Spirito della rievocazione

La 1000 Km venne disputata nel circuito da 10 Km, completo dell’anello ad alta velocità, nel 1956 e dal 1965 al 1969; mentre dal 1970 al 1975 sul tracciato da 5,8 Km, quello stradale classico.

Vogliamo rievocare la gara sul tracciato completo che riprodurremo utilizzando binari Scalextric, con le curve sopraelevate serie Sport raggio 2 e 3. Queste sono completamente diverse rispetto alle vecchie banked PT/98 (che richiedevano due raccordi inclinati) e alle C187 (che hanno 60° di angolo). Entrambe hanno una curvatura che non le rende adatte alle slot attuali, mentre le nuove C8296 e C9297 sono poco ricurve e anche meno inclinate. Sopraelevandole si può simulare l’anello ad alta velocità.

Il tracciato

L’unica concessione che dobbiamo fare è quella di utilizzare dei rettilinei fra le curve sopraelevate, in quanto l’anello reale ha un raggio di curvatura molto ampio, mentre i binari hanno una raggio 45° per R2 e R3. Questo è il miglior compromesso che abbiamo ideato:

Planimetria circuito Monza. Da Google Map

Planimetria circuito Monza. Da Google Map

Ricostruzione in scala del tracciato di Monza da 10Km

Ricostruzione in scala del tracciato di Monza da 10Km

Sarà quindi una pista a 4 corsie, con le chicanes prima dell’anello, come erano state inserite in quegli anni per ridurre l’alta velocità di ingresso nelle sopraelevate. Naturalmente non è possibile con i binari delle slot avere la scala perfetta di un tracciato come questo, ma lavorando con UR30 ci si avvicina molto. Il lay-out definitivo potrà essere un poco diverso in base alle necessità dell’ambiente e alle approssimazioni di disegno del software.

La scala

Abbiamo un limite che è quello della sala a noleggio del Policampus, che ha un lato maggiore di 8,10m. Riusciamo a inserire un tracciato a 4 corsie con sviluppo di 33 m (rispettivamente 32,66m e 33,64m le due corsie centrali). Poichè lo sviluppo del circuito di Monza completo era 10,100 km, la scala risulta circa 1:300. Qui notizie storiche sul tracciato.

Il programma di gara

Al mattino si svolgeranno gare individuali di 4 piloti per volta, rievocando la 1000 km che negli anni ’65-’69 veniva disputata su 100 giri. Quindi ogni gara sarà costituita da 4 manches da 25 giri. Il tempo sul giro ipotizzato (nessuno di noi ha corso su questo tracciato) potrebbe essere attorno a 10s, quindi ogni manche durerà poco più di 4 minuti; il che ci permette di fare una gara ogni mezz’ora. Iniziando alle 10 prevediamo 6 gare. Ogni pilota può iscriversi a più gare, compatibilmente con il numero dei partecipanti (ognuno deve poter fare almeno una gara). Nel caso siano iscritte vetture molto diverse come prestazioni potremmo fare due classifiche: Slot.it/NSR/Racer e Fly/Scalextric.

Al pomeriggio l’endurance sarà a squadre di minimo due piloti (come era il regolamento originale della 1000 Km). Il tempo di 3 ore ci permette di correre un endurance riproducendo in scala i 1010 km che venivano effettivamente percorsi: 1010 km / 32 = 31,56 km che divisi per i  32,66 m del circuito danno 966 giri. Se ipotizziamo 10s a giro abbiamo 9660s che sono 161 minuti. Correndo 4 manches da 40 minuti con 5 minuti di pausa siamo abbastanza vicini alla riproduzione in scala. In alternativa correremo 4 manches da 250 giri (a seconda del SW di cronometraggio usato).

Annunci

10 pensieri su “Tracciato e programma 2013

  1. hankbiella

    Enrico De Marchi – Circuit Routiers Cuarnens VD
    Rievocazione: Porsche 907 LH 2.2 – SRC – Porsche System Engineering – Stommelen-Neerspasch – 1000 Km Monza 1968
    Endurance: Ford GT40 – Slot.it – John Wyer Automotive – Ickx-Redman – 1000 Km Monza 1968

    Rispondi
      1. hankbiella

        Le due Porsche erano per la rievocazione individuale, 907 per me e 910 per Beppe, che però è saltata.
        Comunque la 907 non andava male viaggiava sui 12 secondi al giro nelle prove come la GT40, tanto che avrei voluto usarla nell’ultima frazione, ma dopo la bella prestazione di Beppe non potevo rischiare di buttare tutto alle ortiche con una macchina che non conoscevo ancora bene.

  2. thestiv

    Sì, vogliamo ricordarla così:
    appena finita, prima di spataccarla domani in pista.
    Tra l’altro, chissà se va…

    Ferrari 312P 1969 – Andretti-Amon – HRS + resin kit

    Rispondi
  3. fulvio pirali

    niente foto ma:
    Chaparral # 1 base MSC e base Scalextric
    Abarth 2000 SP 010 carr. lexan base SR One
    Shelby Cobra Roadster # 51 Sparrow-Dangerfield RAD Ford Racing 12°cl 1965 base Nimco
    Ford GT 40 # 69 McLaren-Mils Shelby American Inc. 3° cl 1965 base Slot.it

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...