Riproduzione e Rievocazione Storica

Realismo della riproduzione

Circuito e livrea delle slot sono i due elementi fondamentali per slottare secondo questa filosofia: devono essere il più possibile fedeli e coordinati.

La scelta di riprodurre un particolare tracciato esistente o esistito deve quindi essere accompagnata a quella di gareggiare con auto di modelli e livree conformi a quelle che hanno realmente gareggiato.

Le linee guida da cui partire per realizzare un Historic Slotcars Challenge sono le seguenti:

Tracciato

Deve essere la riproduzione di un tracciato reale o realmente esistito in una data conformazione nel passato: come discriminante nella riproduzione valgono le modifiche effettuate durante gli anni (modifica del raggio di una curva, inserimento di chicanes, ecc.).

La scelta del tracciato limita quindi la scelta della riproduzione:

  • dei campionati o delle gare che vi si sono svolte
  • le categorie di auto ammissibili alla manifestazione, cioè le riproduzioni dei modelli e delle livree che hanno corso sul quel tracciato in quelle gare.

Ad esempio: decidendo di riprodurre Monza senza le chicanes non si potrà poi riprodurre o rievocare una gara recente.

Unica deroga alla coordinazione fra riproduzione di un circuito reale e relativi modelli di auto è quella di una rievocazione storica di una categoria: come nella realtà si possono far correre auto d’epoca su un autodromo attuale.

In ogni caso per essere conforme alla filosofia dell’Historic Slotcars Challenge, il circuito non deve essere un tracciato di fantasia*.

* Unica deroga è per tracciati realmente impossibili da realizzare in scala con una pista per slotcar, come i 72 Km della Targa Florio. Per questi casi ci si concentrerà sulla rievocazioni di alcune parti (diorama) e sulle livree delle auto partecipanti.

Anno/i di riferimento

L’anno o gli anni considerati determinano la storicità della rievocazione e definiscono le gare e il campionato/i che vengono riprodotti o rievocati. Questo perché i tracciati vengono modificati e la categoria di omologazione delle auto subisce modifiche (cilindrata massima, appendici aerodinamiche ammesse, ecc.).

Non ha senso riprodurre il tracciato di Monza anni settanta e far correre le Gruppo C, in quanto non conformi con il tracciato in quegli anni, mentre può avere senso in un’ottica di Rievocazione Storica riprodurre il tracciato di Monza attuale e far correre anche le Classic, in quanto tuttora nei circuiti reali si rievocano le gare facendo convivere modelli di anni diversi (come al circuito di LeMans, ecc.)

Gara e Campionato

La riproduzione/rievocazione di una gara può essere fine a se stessa o far parte della riproduzione/rievocazione di un intero campionato o di parte di esso.

Data la grande quantità di gare che compongono un campionato (e la difficoltà a organizzare un gran numero di eventi in sequenza), questo può essere riprodotto tutto o in parte. Si considera un minimo di cinque circuiti riprodotti con relativi modelli iscritti per avere diritto a definire Historic Slotcars Challenge la riproduzione/rievocazione di un campionato  (unica deroga la riproduzione o rievocazione di un campionato realmente disputato con meno di cinque gare).

La scelta di riprodurre/rievocare una gara o un campionato determina la scelta dei tracciati e dei modelli e livree delle slot ammesse.

Auto

Una particolare configurazione delle auto definisce quale campionato o gara/e riprodurre. Partendo quindi dalla scelta delle auto e/o livree, si arriva a definire la configurazione del tracciato del circuito da riprodurre. Scegliere ad esempio di riprodurre una gara dei primi anni ’80 obbliga a riprodurre i circuiti come erano in quegli anni (ad esempio LeMans senza le chicanes e con le curve Porsche al posto della Maison Blanche).

82_Porsche_956_Grp_C_DV-07_AI_06_conceptcarzPorshe 956 – Fonte: CoceptcarzPorsche956Rothmans3 Porshe 956 Slot.it – Fonte: Graymalk

Annunci