Tracciato e programma 2013

Con un ritardo logistico dovuto alle strade difficilmente praticabili, la 24 Heures du Mans è stata rimandata e finalmente siamo in grado di confermarla per sabato 31 agosto.

Il circuito è stato progettato a 6 corsie e questo è il lay-out, progettato in UR30, i quadrati sono 1m di lato :

00-layout_LR

Il regolamento è il seguente (probabilmente diventerà uno standard per le gare HSC):

2° rievocazione storica “24 Heures du Mans”

Spirito della rievocazione

Lo scopo delle manifestazioni Historic Slotcars Challenge è quello di ricreare l’ambiente delle gare automobilistiche in modo realistico, privilegiando alla pura competitività l’aspetto estetico e storico.

Per questo motivo si caldeggia la partecipazione di ogni pilota con la propria auto, in modo da avere un grande numero di modelli e livree presenti in gara.

Viene quindi introdotto l’obbligo di un numero minimo di modelli o livree diverse per squadra, secondo la tabella allegata.

Per “modello” si intende il modello dell’auto reale, non il modello slot, per livrea si intende l’aspetto esteriore (colore e decals).

Pertanto le regole di gara variano rispetto agli standard comunemente utilizzati nelle gare slot.

Tracciato

E’ quello degli anni 1968 – 1971, con Chicane Ford, partenza LeMans.

Pista Scalextric Classic 6 corsie posizionata a terra, cordoli di tipo diverso presenti solo in zona curve, fondo asfalto vario (pezzi vintage d’epoca assieme a pezzi nuovi)

Partenza stile Le Mans con componenti Scalextric.

Alimentazione 12v,1 alimentatore da 20A ogni 2 corsie, spina Magic, fusibile su ogni corsia

Programma sabato 31 agosto

(orari indicativi, determinati dal numero dei partecipanti)

9:00 – 10:00 ritrovo partecipanti e prove libere, con auto anche non partecipanti alle gare

10:00 – 13:00 rievocazione storica

13:00 – 14:00 prove libere con auto endurance

14:00 – 18:15 endurance di rievocazione

18:30 premiazioni

19:30 chiusura pista e rievocazione

Dopo la gara la pista sarà a disposizione per giri liberi fino alla chiusura

Pranzo a catering

Programma di gara

1° fase – Rievocazione

Gara a squadre con modelli in livrea, allo scopo di far correre modelli anche poco o nulla competitivi, nello spirito delle rievocazioni storiche automobilistiche.

Iscrizione dei soli modelli in livrea LeMans anni fino al 1971 (versione circuito senza la variante Porsche)

Le squadre verranno formate secondo il seguente criterio:

– la squadra deve partecipare con auto in livrea LeMans

– i piloti sprovvisti di auto idonea possono correre con un auto della squadra a scelta

20 o 25 minuti a manches (se presenti 6 o 7 squadre)

2° fase – Endurance di rievocazione

Gara a squadre, con modelli in livrea coordinata al circuito, anni ’60 e primi anni ’70. Deroga: ammessi modelli in livrea non coordinata purchè abbiano corso a LeMans in quegli anni.

Durata: 4 ore

6 squadre iscritte: 6 manche da 45 minuti per corsia, 3 minuti di pausa fra le manche

7 squadre iscritte: 6 manche da 40 minuti per corsia, 3 minuti di pausa fra le manche (schema Round Robin con pausa)

Team: minimo 2 piloti per squadra, massimo 5.

Piloti singoli sono i benvenuti, verranno accorpati in una squadra o, se non possibile, assegnati ad una squadra iscritta a insindacabile giudizio della direzione di gara.

Classifica finale: data la diversità delle auto verranno stilate diverse classifiche:

Classifica generale

A – modelli da gara

B – modelli da vetrina originali da scatola

c – modelli con livree non pertinenti

Regolamento di Gara

Svolgimento

Partenza con pulsante disinserito e pilota a 2 metri dalla postazione di guida (a simulare la corsa dei piloti attraverso la pista e l’accensione motori che era praticata allora), al semaforo verde scatto del pilota e inserimento del pulsante.

Griglia di partenza stabilita dalla direzione gara: macchine a spina di pesce, ordine di partenza stabilito secondo la consuetudine di allora, cioè per ordine di cilindrata decrescente dalla prima postazione.

Assistenza alle auto solo durante la gara con distacco e inserimento del pulsante.

Durante il cambio corsia vige regime di parco chiuso con divieto di cambio auto, pilota o pulsante.

Ogni squadra dovrà garantire durante tutto lo svolgimento della gara almeno 1 commissario di percorso (anche di più se possibile date le dimensioni della pista).

Cambio pilota

Obbligatorio durante la manche con distacco e inserimento del pulsante, i piloti dovranno alternarsi alla guida con sequenza libera, ma rispettando il tempo minimo di guida (vedi tabella).

Durata minima di guida per ogni pilota secondo la tabella allegata.

Ogni pilota deve segnare sulla scheda apposita l’ora di inizio e fine turno di guida.

Modalità cambio pilota o auto:

– il pilota che subentra o un compagno di squadra consegna l’auto da usare al commissario della zona box

– il pilota in gara ferma l’auto in zona box e disinserisce il pulsante

– il commissario della zona box toglie l’auto in arrivo e pone l’auto in partenza nella zona a “spina di pesce” della corsia corrispondente

– il pilota che subentra inserisce il pulsante e parte dando la precedenza alle auto in arrivo (se provoca un incidente subisce una penalità di 3 giri)

NB:

caso 1 – viene sostituita l’auto, il pilota in gara non viene sostituito: deve in ogni caso scollegare il pulsante e ricollegarlo quando l’auto è stata posizionata sulla zona box

caso 2 – viene sostituito il pilota, l’auto in gara non viene sostituita: il commissario la toglie dalla pista e la riposiziona nella zona box, il pilota che subentra deve ripartire con la modalità corretta

Cambio auto

Il pilota può cambiare macchina liberamente durante tutta la manche fermandosi ai box e sostituendo l’auto, purchè riparta dalla apposita sezione a “spina di pesce” dando la precedenza alle auto in arrivo. 

Ogni pilota potrà guidare, anche ad ogni turno, un modello diverso (o stesso modello ma con livrea diversa) personale o della sua squadra.

Il cambio auto dovrà avvenire sempre davanti ai box.

E’ fatto divieto al pilota sostituire l’auto con una di modello e livrea uguale (ammesso quindi cambio livrea o modello), mentre è ammesso che lo stesso modello o livrea venga usato da un altro pilota della squadra.

Nella stessa squadra non possono esserci due auto di modello e livrea uguale (es: la livrea comprende il numero e quindi le 2 Gulf 21 e 22 sono OK)

E’ fatto divieto sostituire un’auto fuori dalla zona box, pena una penalità di 20 giri.

Pertanto se un’auto si guasta e raggiunge la zona box con i suoi mezzi può essere sostituita senza problemi, ma se si guasta e non è in grado di raggiungere la zona box il commissario di percorso la porta in zona box e sta alla squadra decidere se ripararla (a corrente in pista) o accettare la penalità e continuare con un’altra auto.

NB:

Queste regole sono finalizzate ad avere in pista modelli e livree diverse, evitando che per un guasto tecnico una corsia rimanga vuota a lungo, perdendo di spettacolarità la rievocazione. Quindi è ammesso di fatto che una squadra sostituisca il pilota o l’auto a piacere, anche per togliere un’auto malfunzionante dalla pista sostituendola con una a posto. In ogni caso la squadra subisce un rallentamento dato dalla sostituzione dell’auto ai box (che simula una riparazione breve), mentre se l’auto non raggiunge i box la squadra subisce una penalità maggiore (20 giri o il tempo perso per la riparazione), simulando un guasto grave.

In questo modo si evitano “abbandoni” per guasti meccanici o lunghe assenza alla postazione di guida, garantendo la maggiore possibilità di guida e divertimento a tutti.

Anche una squadra di 2 piloti è quindi incentivata a partecipare con 2 o più auto, in modo da non essere penalizzata troppo in caso di guasto tecnico.

E’ quindi ammesso al limite iscrivere una sola auto con più livree, ciò che consente ad una squadra di 3 o più piloti di correre, ma è rischioso in quanto in caso di guasto tecnico l’auto va riparata con perdita di tempo rispetto alle altre squadre.

Regolamento Tecnico

Auto ammesse: riproducenti vetture che hanno corso a Le Mans con livree appropriate e non di fantasia. (Deroga temporanea sulle livree per l’endurance, vedi sopra).

Non è ammessa la partecipazione di modelli che non abbiano corso a LeMans. E’ a carico del pilota dimostrare con fotografie o altri documenti la reale partecipazione di un modello alla 24 Heures du Mans.

Alla rievocazione sono ammessi anche modelli o livree iscritti che hanno partecipato alle prove ma non hanno gareggiato.

All’endurance devono essere iscritti modelli che hanno preso il via, anche se poi ritirati per guasto o incidente.

Marche ammesse:

– tutte le omologate ANSI Classic e altre (Scalextric, ecc.)

– ammessi telai universali in plastica

– ammesse carrozzerie autocostruite o derivate da modelli statici

– ammesso modificare slot commerciali (carrozzeria, vernice, decals), come pure applicare decals per modificare la livrea; è ammesso applicare solo decals su modelli con colore della carrozzeria già fedele all’originale.

Caratteristiche modelli: possibilmente tutto materiale da scatola, interni di serie, gomme anteriori libere, gomme posteriori BRM non trattate e non incollate fornite, pick-up adattati a SCX, copri-cerchi obbligatori, motore di serie o come da regolamento ANSI.

Deroghe Fly: cerchi, assali, trasmissione, pick-up e zavorre liberi, motore di serie o NSR/Slot.it max 20.000 giri (questi modelli rientrano nella classifica A).

Deroga per tutti: rapporto pignone/corona liberi

Ogni team dovrà redigere la tabella consegnata, riportando il giro iniziale e il giro finale compiuti con lo stesso modello o livrea, al fine di stilare la speciale classifica automodelli.

E’ ammesso iscrivere un numero di auto o livree superiore al numero dei piloti.

E’ ammesso iscrivere la stessa auto con livree (carrozzerie) diverse, (anche se poco conveniente in caso di guasto), non è ammesso iscrivere più auto (telai) che livree.

Ogni auto o livrea iscritta all’endurance deve gareggiare per almeno il 10% dei giri effettuati (a meno di guasto), non sono ammesse auto iscritte “di riserva”.

Eventuali verifiche saranno fatte a fine gara su richiesta dei concorrenti stessi, ma la decisione finale spetterà alla Direzione Gara e sarà insindacabile (si confida quindi nella massima lealtà e sportività dei partecipanti).

Pulsanti liberi purchè non assititi da un robot (SW o altri sistemi)

Tabella minima auto o livree iscritte per squadra

2 piloti in squadra 1 modello o livrea

3 piloti in squadra 2 modelli o livree

4 piloti in squadra 3 modelli o livree

5 piloti in squadra 4 modelli o livree

Tabella turni di guida per pilota

2 piloti in squadra min 40 % del tempo di gara effettivo

3 piloti in squadra min 30 % del tempo di gara effettivo

4 piloti in squadra min 20 % del tempo di gara effettivo

5 piloti in squadra min 15 % del tempo di gara effettivo

Nel caso un pilota fosse impossibilitato per cause di forza maggiore a rispettare il turno minimo è facoltà della direzione di gara accettare di far proseguire la squadra o di applicare una penalità a fine gara.

Tutto ciò che non è ammesso è vietato.

Riferimenti per iscrizioni e altro:

guido.bartoli@dpi-italy.com 3939904740

robertomaggi@me.com 3388459390

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...