Dove comincia la storia?

Ovvero quando finisce la cronaca?

Argomento questo dibattuto in altra e ben più blasonata sede.
Dal nostro punto di vista, di semplici appassionati di auto, di modellini e di gare, cosa “ci azzecca?”
Molto, perchè se fai un sito chiamato “Historical Slotcars Challenge”, oltre a “tirartela un po’” devi porti un problema: finisco a correre solo con le classic?
Ebbene no!
Cioè: quando finisce la cronaca sportiva e inizia la storia?
Azzardo una risposta: “quando finisce la gara…”
Dopo: “è già storia”.

Sto ovviamente portando al limite il ragionamento.
Mi interessa capire e definire cosa può essere oggetto di rievocazione o riproduzione storica per HSC.
Accetto ovviamente commenti e suggerimenti, non polemiche sterili.
Il punto è: cosa ci delimita? Cosa ci caratterizza?
Se uno progetta un circuito che riproduce Le Mans come è adesso (e da qualche anno) e vuole fare un HSC con le macchine che hanno corso nei primi anni del 2000, accetto e gli do’ “l’imprimatur” di HSC o no?
Ebbene: SI.
Purchè il circuito sia in scala come da specifiche alle pagine del sito, purchè le auto abbiano corso in quel circuito, purchè le livree siano coordinate.

E se uno (o io, o Roberto) vuole riprodurre una Le Mans con le GT?
Al limite, d’accordo, sono auto che stanno ancora correndo.
Ma alcune gare le hanno già corse…
Sono già storia.

Ora, per non passare come “Historical” proprio tutto, propongo una linea guida per HSC, differenziata per Rievocazione e Riproduzione:

  • Rievochiamo” senza riprodurne le regole di gara fedelmente gare e/o campionati del passato, a patto che siano conclusi (come il “World Championship” o le Gruppo C)
  • Riproduciamo” in modo fedele gare e/o campionati del passato e del presente (cioè anche omologati dalla FIA come attuali).

Per “Rievocazione“, come scritto nel sito, intendiamo una gara che segue la filosofia dell’evento, ma non ne è tassativamente soggetta alle regole: la LeMans che rievochiamo a Sondrio non dura 24 ore.
Mentre per “Riproduzione” intendiamo una gara che riproduce in tutto e per tutto quella reale (non ne abbiamo ancora organizzate), cioè:
– solo le auto che hanno corso
– solo le regole della gara reale
– durata identica (quindi LeMans da 24 ore).
Insomma: se voglio rifare una gara dell’anno scorso, almeno che sia una “riproduzione”, non ha senso che la rievochi, quando l’ho vista in TV poco fa.
Si accettano suggerimenti….

Annunci

3 pensieri su “Dove comincia la storia?

  1. fulvio pirali

    Ciao
    Come già detto personalmente mi sta bene una rievocazione storica con modelli che han corso in un certo periodo definibile a tema. Come in altre manifestazioni ci può essere una parte di punteggio per la livrea e una parte per la regolarità storica. In parallelo la gara vera rievocativa può avere come tema un diverso periodo anche tendente al recente (non gradirei un periodo inferiore ai 10 anni circa). Lascerei telai e livree del periodo tema dell’evento, limitando un mono-motore che può essere lo sc008 anche al posto di un cassa lunga e le gomme brm. Il resto deve essere materiale di grande serie ed usa quel che vuoi basta che sia bello.

    Rispondi
  2. giclaslot

    Ehi ma qui si filosofeggia: l’HSC e la teoria del tempo.
    Comprendo che le prime righe di questo mio intervento possano già ritenersi “passato” ma, sinceramente, non mi sembra un “passato” degno di attenzione e tanto meno di rilevanza “storica”.
    La mia Alfa 147 Q2, di cui ne sono orgoglioso, ha ben più di qualche minuto di vita (diciamo circa 7 anni) ma se volessi iscriverla al Registro delle Auto Storiche Italiane (che mi permetterebbe di pagare bollo ed assicurazione ridotti) non mi sarebbe permesso farlo.
    Questo perché dietro a quell’aggettivo, “Storiche”, è qualificato cosa è da ritenersi storico e cosa no; certo, secondo loro.
    Comprendo che il concetto di “storico” sia molto soggettivo.
    Per me, correre con auto storiche significa correre con i modelli che riproducono quelle che vedevo su autosprint e sulle riviste di auto nella mia gioventù perché per me, quello è il periodo “Storico” dell’automobilismo; un periodo dove le macchine di una stessa categoria erano anche diverse tra loro.
    Io spererei che l’Historics Slot Challenge mi proponesse Storia e cose che hanno fatto Storia; le gare di 5 minuti fa, relativamente parlando, vorrei che fossero tema di ricerca dei miei nipotini.

    Quindi, facciamo delle belle “Rievocazioni“, facciamo sentire l’atmosfera dei luoghi della corsa, creiamo i riferimenti tali da riconoscere le piste. Ambientazioni e macchine; questa è la parola d’ordine.

    Dove comincia la storia?
    Semplice; più di trent’anni fa, dal 1981, prima delle gruppo “C”, giusto per proporre qualcosa di n u o v o rispetto all’attuale panorama slottistico.

    … e per carità, continuiamo a non “Riprodurre” niente 😉

    Sani!
    Claudio

    Rispondi
  3. guido_la_slot Autore articolo

    Ottimo Claudio!
    Sono questi i pareri che vorrei sentire…
    Io ho una mia idea, anche se si sta modificando per cosa sarà e come evolverà HSC, ma mi piace che evolva in modo interattivo.
    Certo con la tua Targa è semplice: a un certo punto è cambiata tanto che è facile dire dove finisce la storia! Ma, ad esempio, per la 24 Heures du Man?
    Anche per me è storia prima degli anni ’80, in quanto ero ragazzo negli anni ’70 😦 , ma per chi adesso ha una decina di anni meno è storia la Gruppo C, in quanto era ragazzo negli anni ’80…
    E se un criterio fosse: è storia quando un campionato o una classe finisce?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...